- REGISTRATI -

PER I NUOVI CLIENTI 
LA PRIMA SPEDIZIONE
E' GRATUITA 
Carrello
Nessun articolo nel Carrello

Hai 0 articoli

Totale: € 0,00

Vai al Carrello

Ottenuto esclusivamente da olive ITALIANE, l'Olio Extra Vergine MONACI è il frutto di un'attenta selezione, perché solo il meglio della tradizione Italiana MONACI arrivi in bottiglia.

L'OLIO, uno dei prodotti a noi più familiari, ha origine in tempi molto remoti.

Proveniente dall'Oriente, in età minoica l'ulivo viene introdotto a Creta: su quell'isola si affinano le tecniche di produzione dell'olio e della relativa conservazione per assicurarsi le scorte necessarie e per avviare i primi timidi tentativi di esportazione.

In Grecia l'olio di oliva vede differenziarsi per la prima volta il suo utilizzo: oltre all'uso alimentare se ne fa un prezioso ingrediente per preparati cosmetici (unguenti per il corpo, emulsioni idratanti, ecc.).

I Romani poi scoprono nell'olio di oliva anche le virtù medicamentose.

Non è quindi casuale che proprio i Romani imprimano una nuova spinta allo sviluppo della coltivazione dell'ulivo, tanto da far nascere l'esigenza di una classificazione; questo prodotto, buono per così tanti usi, viene selezionato in cinque diversi tipi.

Un'idea che ha anche risvolti commerciali; il mercato mostra interesse e così nascono nuove figure "professionali": i venditori di settore.

La commercializzazione del prodotto viene razionalizzata ed addirittura codificata con la creazione di una sorta di Borsa dove vengono trattati i prezzi di compravendita.

L'olio, e con lui la sua pianta madre l'ulivo, si legano indissolubilmente alla storia dell'uomo.

Il pregiato prodotto attraversa, così come la storia dell'umanità, periodi oscuri (nei secoli successivi all'epoca romana è relegato solo all'attenzione dei grandi monasteri) e periodi di estrema "fioritura" (con le nuove forme contrattuali garantite ai contadini nel Medioevo).

Durante il '300 si delineano due scuole di pensiero riguardo ai condimenti: le popolazioni del Nord Europa affermano il primato dei grassi animali come il burro e lo strutto; convinzione dovuta alla prevalenza delle attività di allevamento su quelle agricole, essendo queste ultime limitate, per fattori climatici, alle coltivazioni cerealicole ed al pascolo; nell'Europa mediterranea invece, e specialmente nell'Italia peninsulare, l'olio di oliva diventa il condimento naturale per ogni tipo di preparazione.

Il '700 vede una vera e propria catalogazione dell'ulivo e dei suoi frutti, classificati a seconda della provenienza geografica. Inoltre grazie ad una economia in continua crescita, viene incentivata la coltivazione dell'ulivo, e la sua fama si allarga raggiungendo la maggior parte dei paesi europei.

Il prodotto italiano si fa conoscere, ed è proprio nel '700 che Liguria e Toscana definiscono meglio la loro vocazione olivicola, estendendone al massimo la coltivazione.

Durante l'800 gli uliveti invadono l'Umbria, regione destinata a rimanere a lungo una delle principali produttrici di olio. Si arriva così al '900: nei decenni del dopoguerra e del boom economico l'olio vede diminuire notevolmente il suo apprezzamento come ingrediente nutrizionale; considerato alimento povero viene sostituito in gran parte dai "ricchi" grassi animali.

Oggi giorno, grazie al riconoscimento delle qualità salutistiche della dieta mediterranea, diventata un modello alimentare ideale, è stata notevolmente rivalutata la valenza nutrizionale dell'Olio Extra Vergine di Oliva che, insieme ai cereali, ai legumi, agli ortaggi, alla frutta ed alle vitamine A, E e C, è un ingrediente fondamentale di questa dieta.

L'Olio Extra Vergine di Oliva diventa così un fenomeno italiano che riscuote un successo crescente anche nel resto del mondo.

Olio e la Salute L'Olio Extra Vergine di Oliva vede confermate dalla scienza le sue doti di alimento sano, capace di prevenire molte malattie e anche di curarle. Recenti studi hanno dimostrato che l'Olio Extra Vergine di Oliva è ricchissimo di acidi grassi mono insaturi come l'acido oleico, che svolgono un ruolo fondamentale nella prevenzione di malattie quali: arteriosclerosi, ipercolesterolemia e cardiopatie. Stimola la produzione della bile, e favorisce la digestione. Aumenta, inoltre, di 400 volte le difese immunitarie.

Fabbisogno quotidiano La quantità ottimale di grassi insaturi di cui il nostro organismo necessita corrisponde a 2 cucchiai al giorno. Non esistono controindicazioni, anzi, gli effetti benefici sono molteplici e ampiamente differenziati.

Azione antiossidante L'Olio Extra Vergine di Oliva è uno dei prodotti più ricchi di antiossidanti naturali, agisce sull'azione nociva dei radicali liberi, rallentando il processo di invecchiamento delle nostre cellule.

Azioni sullo sviluppo Ulteriori studi hanno dimostrato che l'Olio Extra Vergine di Oliva è indispensabile all'alimentazione dei più piccoli. Il suo contenuto di acidi, in rapporto perfettamente equilibrato, ne fa un alimento altamente digeribile e importantissimo nei processi di sviluppo delle ossa e del cervello. Per questo, si possono condire con Olio Extra Vergine di Oliva le pappe dei bambini fin dal 4°-5° mese di vita.

Conservazione dell'Olio Conservare il prodotto nel contenitore chiuso in un luogo fresco e asciutto, lontano da fonti di calore e luce solare diretta.

L'eventuale solidificazione o fondo dell'olio in seguito all'esposizione a basse temperature è un fenomeno naturale che non pregiudica la

qualità del prodotto, che torna all'aspetto originario se esposto a temperatura ambiente.

Digeribilità dell’olio extravergine di oliva; L'Olio Extra Vergine di Oliva non è meno digeribile di altri oli alimentari.

Per una corretta informazione su come e su quale olio acquistare, ecco di seguito alcune importanti informazioni per non confondere la qualità dei prodotti pregiati con quelli di più scarso pregio.

 

Powered by Passepartout